Archive for the 'Uncategorized' Category

Buscaglia, Libera, SPES di Ventimiglia

28.11.2019: incontro alla Spes.Ventimiglia con Andrea Franzoso, eroe del whistleblowing [denunciò il suo capo], organizzato da LIBERA, con cena+Gran Fiesta del Tesseramento all’ass.Antimafia. Buscaglia pubblica resoconto serata, ove è intervenuto per ultimo, distribuendo un foglio solo ma piuttosto GRAF-fiante. Ora egli SCOMMETTE che nessuno [neppur Franzoso, protagonista nobile del convegno] avrà la DECENZA di cercarlo per saperne qualcosa di più. Buona lettura, grazie x pazienza e attenzione.

Gian Piero Buscaglia, segretario G.R.A.F.: io c’ero, mi son comportato con educazione, dando precedenza agli altri e, giunto il mio turno [ultimo intervento], ho parlato distribuendo un volantino ai presenti: testo significativo già pubblicato su fb: SpesAuser, Libera.IM, Pagg.G.R.A.F. e GPBuscaglia; e ora qui. Poi ho cenato lì [15€] senza più disturbare; al mio tavolo c’era Codarri-capotavola, Matteo Lupi a debita distanza [le tragedie dell’antimafia lo fan sorridere; la mia, poi, gli mette allegria], l’ex cons.com.Pd Mauro Lazzaretti e Signora; infine s’è aggiunto Famà, prima in altro tavolo coi suoi COOPpini. Sul volantino [30copie] ho indicato ogni mio recapito possibile. Scommettiamo che nessuno avrà la decenza d’interpellarmi x saperne di più o confrontarsi con le cose pesantucce che ho scritto?  Franzoso, protagonista della serata, subito è parso interessato al mio caso, [tante le analogie col suo]; doveva sedersi non lontano da Codarri, ma se l’è catturato l’Orengo; ho cercato di parlargli a fine serata, ma ormai era già intortato. L’indomani è ripartito per Milano.

TESTO distribuito il 28.11.19 in sede Spes/Ventimiglia: incontro di Libera 

Titolo: E A ME, INVECE, LIBERA HA NEGATO L’ISCRIZIONE!
Testo: Nel 2015, quando il gruppo di Ventimiglia doveva ancora nascere, seppi dalla m-list Ortinsieme di un incontro, proprio qui alla Spes, x fondar un nuovo circolo di Libera. Venni da IM, trovai anche gente che conoscevo [Maura Orengo, Resp.prov.; Giuseppe Famà, ex Isp.Ps, ex Segr. Siulp; Giovanna Maisano, Jacopo Colomba, Luciano DeVescovi, Franco Todaro +altri tromboni campioni di Solidarietà&Impegno Sociale]; ma ancor prima di compilar l’istanza d’iscrizione, la Orengo mi intimò urbi et orbi: G.Piero, non vorrai mica iscriverti a Libera? Invano tentai di replicare spiegando qualcosa [un estraneo poteva pensar male: avrà rubato il portafogli a DonCiotti?], ma presto la riunione fu sciolta, l’Orengo dichiarò ufficialmente: Questo incontro non è mai avvenuto, è cancellato dall’essere accaduto! [come ai tempi sovietici]. Non sazia, mi minacciò innanzi a terzi: Tu disturbi gli eventi di Libera, se lo rifai, chiamo i Carabinieri! Ridendo, la sfidai a farlo e aggiunsi: Chiamali, racconterò loro la mia storia dicendo che sì, io potrei essere un millantatore mitomane, ma potrei anche non esserlo, e credo che un’associazione antimafia, così inclusiva, dovrebbe almeno approfondire, no?
Caro Franzoso, come Te io lavoravo in una Pubbl.Amm.ne [Ministero Interno, Questura Imperia] quale funzionario amm.vo; all’uff.Licenze mi accorsi, fra l’altro, che la Polizia dava del tritolo alla mafia: dopo aver concesso autorizzazioni x acquisto esplosivo a tal Francesco Filippone [era inquisito dalla Procura/SV che gli propose il soggiorno obbligato x mafia; ma vinceva d’appalti Iacp-IM in epoca Teardo], non gli faceva pagar le tasse di cc.gg. x i RINNOVI della Licenza, affinché gli risultassero sempre intestati i primi 100kg di tritolo e non i successivi 150-200…
Vi risparmio il seguito della mia storia, ma vorrei evidenziare alcune cosette:
1) la Orengo non chiamò i Carabinieri, ma alcuni mesi dopo arrivò, a me e ai Radicali, una richiesta danni di 150.000€ da un testimone di giustizia [parigrado di Franzoso, dunque] per UN volantino dedicato a Libera ove elencavo alcune omissioni e citavo un eroico ‘mprenditooore calabro, già vezzeggiato dai grillini e da Davide Mattiello, pupillo di donCiotti [il vero scopo era dividermi dai Radicali, spaventatissimi; infatti, la cosa finì nel nulla]. E MENO MALE CHE SIETE ANTIMAFIA! – 2) la Orengo parlò innanzi a Giuseppe Famà, ex poliziotto e Segr.Siulp quando la mia famiglia dovette fuggire da Imperia: lui che, consapevole o meno, fu protagonista di omertà col suo Vice, Orlando Botti [successore di Orengo in Apertamente Ass.Cult.IM], è accolto e coccolato; io, che di quell’omertà fui vittima, respinto ancor prima d’iscrivermi! Congratulazioni!
Se Franzoso, qualcuno dei Relatori o chiunque dei presenti vuol saperne di più, ecco i miei recapiti: Gian Piero Buscaglia V.Mazzini13 Ventimiglia; postagraf@gmail.com; 3297216116, 0184637575; o c/ Gruppo Radicale Adele Faccio, v.DallaChiesa27 Imperia
= = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = =
Documento del 5.11.2015, probante l’incontro fantasma: Costituzione Presidio Intemelio Libera, Data 1^riunione; da Francesco Todaro a Luciano De Vescovi, Penelope Raffaella Fenoglio, Giuseppe Famà, Ass.Ortinsieme, info@spesauser.it, Torri.Sup., Jacopo Colomba, Diego Marangon, Maura Orengo, Lucia Corna: Cari Amici, vi mando link sul quale ognuno può indicare giorno+ora preferiti, così potremo fissar una data che vada bene a tutti. A presto, un abbraccio, Franco.

____________________________________________________________________________________________  Le Rappresentanti di Libera han dovuto rispondere qualcosa, anche perché sollecitate platealmente da una signora [sconosciuta] fra il pubblico: da dx per chi guarda, ecco Annunziata Venturelli, circ.Libera Ventimiglia] e Maura Orengo, Respons.prov.Libera.

Maura Orengo, con tono molto soft, mellifluo: 1) Noi di Libera vogliamo in Libera della gente che abbia stima x Libera. Sottinteso: Buscaglia ‘sta stima non ce l’ha, che ‘ci cerca a fa’? Bene, io la stima x Libera l’avrei o, meglio, l’avrei avuta… se non mi avessero, in più occasioni, negato ascolto e rispetto [posso esemplificare citando vari episodi: da Don Ciotti a Davide Mattiello, da Anna Canepa a Pino Masciari, etc.]; tuttavia, poiché esponenti di Libera continuano a tromboneggiare e millantare sensibilità x gli oppressi da congreghe mafiose o cripto-tali, non capisco xké proprio io dovrei piantarla lì. Lo farei se avessi a che fare con privati cittadini che, legittimamente, hanno il diritto di infischiarsene; ma per Libera… l’antimafia è Ragione Sociale: con quale scelta arbitraria, pertanto, ha irrevocabilmente deciso che proprio io non abbia Diritto a un Confronto,  a un approfondimento? NB: non solo rifiutarono a priori, pubblicamente, la mia iscrizione, ma han perfino negato l’accadimento stesso di quell’incontro del 2015 nella stessa sede Spes del 28.11.19: roba da censura sovietica! Sempre la Orengo, con tono ancor più mellifluo, di compatimento ma sottilmente minaccioso: 2) Spesso siamo stati costretti a denunciare chi ci ha attaccato, accusato… ingiustamente (of course). Tento d’interrompere al volo: Ah,allora devo ancora dir GRAZIE x non esser stato denunciato?? Ma subito vengo stoppato con severo rimbrotto –GPiero, io non ti ho interrotto!- appoggiato dai relatori della seriosa tavolata. ll messaggio significativo è comunque passato [e figuriamoci cosa mi dicono alle spalle!]: Noi non ti denunciamo perché ti compatiamo, sei un povero fissato che rinvanga cose di 30anni fa, un frustrato, un disturbatore seriale, uno da compatire… NB: la sconosciuta che aveva preteso ‘na risposta s’è poi trattenuta a lungo con l’Orengo, ma non potevo mica avvicinarmi per origliare! [l’idea l’ho avuta, e l’ho riferita come scherzo a Lazzaretti, ex cons.com.Pd]. Posso solo fare delle deduzioni: la sconosciuta, a tavola, lungi dal volerne parlare, s’è però lasciata sfuggire alcune frasette esclamative: Ma lei ricorda tutto, eh? Persone, fatti, particolari, date..: caspita! Ecco un altro argomento dei miei detrattori: ricordo un sacco di cose scomode, i miei neuroni ancor mi consentono di puntar il dito di Emile Zola: J’accuse! Ovvio che a molti, a troppi, secchi assai ch’io ricordi. Be’, se la mia colpa è questa…

Ecco invece la risposta dell’altra donna, Annunziata Venturelli, referente del Circolo intemelio [quello fondato dopo l’incontro fantasma, ufficialmente mai avvenuto, sovieticamente censurato]: io nel 2015 non ero in Libera, e nel settembre prossimo passerò la mano ad altri. 😏Ha,ha!=prima non c’ero e domani non ci sarò ‘cchiù!😃 Simpatica! NB: la foto non rende l’idea, ma dalla mia postazione la vedevo di profilo sinistro: Scrutava con occhio diffidente, aquilino, dapprima apparentemente preoccupato [entrando, l’Orengo m’aveva riconosciuto e… si aspettavano qualcosa da un momento all’altro], poi apertamente… come dire…? Avete presente un’AQUILA che ti guarda con la coda dell’okkio truccato di nero lateralmente? [ma devo riconoscere che non mi ha beccato con un castrante, deciso colpo di becco: dopotutto mi è andata bene 😎].

AnnunziataVenturelli

 

 

 

Conferenza stampa di “Legalizziamo !” e proposte sulla cannabis terapeutica e sulla canapa industriale lunedì 29-8 in Regione a Genova

 

Conferenza stampa lunedì 29-8 alle 11,30 presso la REGIONE LIGURIA in Via Fieschi 15 (secondo piano – sala R 3) sulla proposta di legge di iniziativa popolare per la legalizzazione della cannabis promossa da Radicali Italiani e Associazione Luca Coscioni con il sostegno di Forum Droghe, Rete a Sinistra, Possibile, Antigone, A Buon Diritto, La Società della Ragione e del Coordinamento Nazionale dei Grow Shop .

Rete a Sinistra illustrerà inoltre gli emendamenti presentati alla Legge Regionale Ligure sulla cannabis terapeutica e una proposta di legge per incentivare la reintroduzione della coltivazione della canapa ad uso industriale

Partecipano:

  • MARCO PERDUCA    (coordinatore della campagna “Legalizziamo !” – ex-senatore radicale)
  • GIANNI PASTORINO   (consigliere regionale di Rete a Sinistra)
  • MARIANNA PEDERZOLLI   (consigliere comunale di Rete a Sinistra)

Intervengono: Domenico Chionetti (Comunità di San Benedetto al Porto) – Gianpaolo Malatesta (consigliere comunale di Possibile) – Franco Zunino (ex-assessore regionale) – Clizia Nicolella (consigliere comunale di Lista Doria) – Stefano Gaggero – Marta Palazzi, Andrea Spinetti e altri militanti radicali, i rappresentanti dei Grow Shop, che mettendo a disposizione i loro negozi hanno consentito l’avvio della campagna di raccolta firme a Genova e Savona .

FIRMA la Proposta di Legge sulla CANNABIS !

per informazioni:  Marta Palazzi  3477608578  martapalazzi@gmail.com  –  Stefano Petrella  010212258  stefan_petr@libero.it

Dibattito e raccolta firme per la legalizzazione della cannabis domenica 28-8 alla Festa dell’Unità di Genova

Domenica 28-8 alle 18 presso lo spazio dibattiti della Festa dell’Unità di Genova al Porto Antico si terrà un incontro dal titolo  “#FALLAGIRARE:  PROPOSTE SULLA LEGALIZZAZIONE A CONFRONTO”

partecipano: MARCO PERDUCA (coordinatore nazionale della campagna “Legalizziamo !”) e MARIO TULLO (deputato PD – membro dell’intergruppo parlamentare per la legalizzazione della cannabis)

moderatore: FRANCESCO STRIANO

durante il dibattito sarà possibile firmare la proposta di legge e continuerà ad esserlo in serata e nei giorni successivi presso l’Infopoint dei Giovani Democratici alla Festa dell’Unità

 

Legalizziamo-la-cannabis

cora 1993 ref 3cora 1994 congresso genova

per informazioni: Stefano Petrella  010212258 stefan_petr@libero.it   – Marta Palazzi 3477608578  martapalazzi@gmail.com

 

 

 

 

Tavolo di “Legalizziamo !” sabato 20-8 a Recco

 

Segnaliamo il tavolo sulla proposta di legge per la legalizzazione della cannabis che terremo domani mattina a Recco grazie a Laura Massi e alla Consigliera Comunale Veronica Raiola .

  • sabato 20-8   in PIAZZA del COMUNE a RECCO   dalle 9 alle 13

Invitiamo come sempre i militanti a venirci ad aiutare e a rendersi disponibili perché sia possibile organizzarne altri in questo fine agosto anche fuori Genova e in Riviera .

Informiamo che da qualche giorno è possibile firmare anche :

  • a LA SPEZIA  presso la Segreteria Generale del Comune (in Piazza Europa 1) (da lunedì a venerdì 8,30-12,30  –  sabato  8,30-11,30)
  • a Ponente presso i Comuni di  VENTIMIGLIA – BORDIGHERA – OSPEDALETTI – TAGGIA – SANREMO
  • e continua ad esserlo (dove i moduli erano già presenti) a:  GENOVA – SAVONA – IMPERIA – CAMOGLI – RECCO – RAPALLO – SANTA MARGHERITA – PORTOFINO – CHIAVARI – BUSALLA – CASELLA – MONTOGGIO – ISOLA DEL CANTONE – RONCO SCRIVIA – MASONE – BELFORTE – SILVANO D’ORBA – TAGLIOLO MONFERRATO – OVADA – ACQUI TERME

 

 

cora 1993 ref 3cora 1993 mar

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ringraziamo Gian Piero Buscaglia e quanti hanno recapitato i moduli presso i Comuni

per informazioni: Stefano Petrella  010212258  stefan_petr@libero.it   – Laura Massi  0185770064   –  Marta Palazzi  3477608578

“Raccolta firme per la legalizzazione della cannabis al concerto dei Nomadi sabato 6-8 a Masone”

 

Grazie a Fabrizio Repetto e alla disponibilità del Comune i Radicali saranno presenti sabato a Masone al Concerto dei Nomadi con un tavolo di raccolta firme sulla proposta di legge per la legalizzazione della cannabis in Piazza Macciò (nella zona di ingresso) a partire dalle 19 .

Invitiamo i sostenitori di questa campagna e i compagni radicali del Basso Piemonte a venirci ad aiutare se ne hanno la possibilità .

Segnaliamo inoltre i prossimi tavoli previsti a Genova  .

  • sabato  6-8   in PIAZZA MACCIO’ a Masone (Ge) in occasione del Concerto dei NOMADI      dalle 19 alla fine del concerto
  • lunedì 8-8           in Via SAN VINCENZO dalle 16,30 alle 19,30
  • mercoledì 10-8  in Via XX SETTEMBRE (altezza Mondadori) dalle 17 alle 19,30
  • giovedì  11-8       in PIAZZA DELLE ERBE   dalle 17 alle 20              nomadi masone 6-8-2016leg1

cora rock 1991

Masone si trova a 20 km da Genova e a 10 da Ovada; è raggiungibile in treno (fermata Campoligure della linea Genova-Acqui), in autobus (con i mezzi della ATP) e in automobile con la A 26 Genova-Voltri-Alessandria (uscita Masone).

La raccolta prosegue anche presso gli Uffici dei Comuni di GENOVA – SAVONA – SANREMO – IMPERIA – TAGGIA – OSPEDALETTI – BORDIGHERA – VENTIMIGLIA – CAMOGLI – RECCO – RAPALLO – SANTA MARGHERITA LIGURE – PORTOFINO – CHIAVARI – BUSALLA – CASELLA – MONTOGGIO – ISOLA DEL CANTONE – RONCO SCRIVIA – OVADA – MASONE – BELFORTE – TAGLIOLO MONFERRATO – SILVANO D’ORBA – ACQUI TERME  dove sono presenti i moduli e possono firmare anche i non residenti .

Ringraziamo Gian Piero Buscaglia per avere recapitato i moduli nella Provincia di Imperia e i Consiglieri Gianpaolo Malatesta e Fabio Grubesich per aver reso possibili i tavoli di questa settimana .

per contatti:  Stefano Petrella  010212258  –  Marta Palazzi  3477608578  – Fabrizio Repetto 3937893781

 

 

“Tavolo di raccolta firme a Genova per la legalizzazione della cannabis mercoledì 3-8”

Prosegue a Genova la raccolta firme sulla proposta di legge di iniziativa popolare per la legalizzazione della cannabis .

Il primo appuntamento è previsto per oggi

  • mercoledì 3-8 in VIA XX SETTEMBRE (altezza Mondadori) dalle 16 alle 19

Comunicheremo da domani i prossimi .

Ricordiamo ai cittadini che continua ad essere possibile firmare in COMUNE a GENOVA presso la SEGRETERIA (a Palazzo Tursi in Via Garibaldi da lunedì a giovedì dalle 9 alle 16 e venerdì 9-13), l’UFFICIO ELETTORALE (in Corso Torino da lunedì a venerdì 8,10 -12,10), i 9 MUNICIPI e le DELEGAZIONI o UFFICI DISTACCATI dell’ANAGRAFE (Via delle Fontane – Voltri – Pegli – Sestri Ponente – Pegli – Sampierdarena – Pontedecimo – Molassana – Marassi – Foce e Quarto dei Mille) .

E presso gli Uffici Comunali (Anagrafe o Segreteria) a : SAVONA – IMPERIA – SANREMO – VENTIMIGLIA – RECCO – CAMOGLI – SANTA MARGHERITA LIGURE – PORTOFINO – RAPALLO – CHIAVARI – BUSALLA – CASELLA – MONTOGGIO – RONCO SCRIVIA – ISOLA DEL CANTONE – OVADA – MASONE  –  SILVANO D’ORBA – BELFORTE MONFERRATO – TAGLIOLO MONFERRATO

Possono firmare presso questi uffici anche i cittadini non residenti .

per contatti : Stefano Petrella 010212258  –  Marta Palazzi  3477608578

 

tav 14-7-16 4.JPGleg1

“Acquasola, non ci fu danno: assolti dalla Corte dei Conti in Appello tutti i funzionari”

pubblichiamo su richiesta di Arcangelo Merella la notizia dell’Assoluzione in Appello da parte della Corte dei Conti di Claudio Montaldo, Bruno Gabrielli, Arcangelo Merella, Giorgio Rossini, Maurizio Galletti, Liliana Pittarello, Maria Teresa Gambino, Pasquale Malara, Andrea Pasetti e Rita Pizzone dall’accusa di danno erariale nel procedimento riguardante il Parco dell’Acquasola

acquasola assoluzione sec xix 14-7-2016 pg22.jpg

articolo del Secolo XIX di giovedì 14-7-2016

http://www.patrimoniosos.it/rsol.php?op=getarticle&id=125756

articolo di Marco Preve pubblicato su Repubblica il 19-7-2016


Categorie