Archive for the 'Genova' Category

“Ultimo Tango: la sfida dei Radicali”

 

La manifestazione tenuta a Genova il 7-2-1976 dal Partito Radicale contro la messa al bando di “Ultimo tango a Parigi” e per l’abolizione della censura .

Il film era stato sequestrato due giorni prima a Genova (con anticipo rispetto all’esecutività della condanna definitiva) per iniziativa privata del Giudice Sossi, che con la sua denuncia aveva impedito una delle ultime proiezioni presso il Cinema Verdi di Nervi.

I Radicali genovesi ne avevano organizzato una proiezione presso la sede di Via San Donato 13 iniziata alla presenza di duecento persone, ma interrotta dopo pochi minuti dall’intervento del Vice Questore Arrigo Molinari e conclusa con il nuovo sequestro della pellicola e l’autodenuncia di una trentina di militanti .

“Ultimo tango a Parigi” venne condannato alla distruzione in tutti i suoi esemplari (salvo le 3 copie destinate alla Cineteca Nazionale), Bernardo Bertolucci condannato penalmente e privato per cinque anni dei diritti civili (tra cui l’esercizio del diritto di voto) .

Riproposto clandestinamente su Tele Roma 56 nel 1981 e nuovamente proiettato a Roma – a rischio di una denuncia e di un processo – nel 1982 – potè tornare in regolare programmazione sugli schermi italiani soltanto nel 1987 e in prima visione a Genova all’Odeon di Corso Buenos Aires il 5 marzo del 1987 .

radicalige ultimo tango lav gio12-2-76 pg4

verdi nervi ultimo tango lav gio 5-2-76 pg1verdi nervi ultimo tango lav gio 5-2-76 pg4radicalige ultimo tango lav do 15-2-76radicge ultimotango lav 15-2-76

Inaugurazione dell’Anno Giudiziario 2017 a Genova: intervento di Radicali Italiani

L’intervento di Gian Piero Buscaglia alla cerimonia di inaugurazione dell’Anno Giudiziario 2017 tenuta presso la Corte di Appello di Genova sabato 28-1-2017 .

radioradicale.it/scheda/498421/genova-cerimonia-di-inaugurazione-dellanno-giudiziario-2017

presidio carcere 10amnistia-2016

Ciao Diego

 

Se ne è andato prematuramente e inaspettatamente due giorni fa Diego Armonioso, radicale genovese di vecchia data e buddista praticante della società Soka Gakkai .

Militante e alcune volte candidato (la prima nel 1981 con la lista civica radicale e ambientalista di Lino De Benetti) Diego ci aveva particolarmente aiutato come autenticatore (era dipendente comunale) in occasione delle elezioni del 2001 in cui i cancellieri del tribunale – coinvolti in una inchiesta sulle firme false alle amministrative – ci avevano apertamente boicottato per ritorsione e nel 2004 al referendum sulla procreazione assistita, quando pochi consiglieri comunali accettavano di farlo; ma tra il 2000 e il 2010 lo ha fatto costantemente .

Lo ricordiamo capace di far pentire Maurizio Bolognetti di essere venuto dalle nostre parti e di far spazientire e andarsene (con l’aiuto determinante del suo sigaro)  diversi potenziali firmatari, ma anche di trascorrere al tavolo con noi moltissime ore anche in orari e luoghi improbabili o in giornate piovose e di freddo insopportabile .

Con lui se ne va un amico e un pezzo importante della storia minuta radicale genovese, fatta anche di radicali ignoti e poco conosciuti, ma costanti e capaci di rimanere fedeli ai propri ideali politici .

Per chi volesse rivolgergli un ultimo saluto il funerale buddista di Diego si terrà sabato 3-12 alle 11,45 presso il Tempio Laico del Cimitero di Staglieno .

conf19-2tavolo

tavgesa6paolatavgesa6-2tavgesa6paolott

tavge31ugodeltavgefir-30-1-10

A Emma Bonino “pioniera della libertà” il Premio Ipazia

Il Premio Ipazia promosso dal Festival dell’Eccellenza al Femminile è stato consegnato ieri a Emma Bonino a Palazzo Doria Spinola nella sala del consiglio della Città Metropolitana di Genova .

bonino-premio-ipazia-sec-23-11-16

notizie.cittametropolitana.genova.it/2016/11/emma-bonino-ha-vinto-il-premio-ipazia-alleccellenza-al-femminile

ilsecoloxix.it/p/genova/2016/11/22/ASQGMNFF-coraggiosa_scelta_bonino.shtml

video.repubblica.it/edizione/genova/emma-bonino-a-genova-il-premio-ipazia-per-il-coraggio-delle-donne/260134/260445

 

Lo sciopero del Ser.T. a Genova

 

Due ambiti territoriali su quattro del Ser.T. e uno dei tre centri di somministrazione del metadone a Genova sono da mesi privi di sede; medici e operatori hanno deciso – di fronte alla mancanza di risposte concrete da parte di ASL 3 e Regione – di scioperare il prossimo 15 novembre .

Il problema inizia nell’autunno del 2014 quando un movimento franoso costringe alla chiusura del Ser.T. della Valbisagno in Corso De Stefanis, da allora – assai poco felicemente – accorpato all’Ambito Levante in Via Giovanni Maggio a Quarto .  All’inizio del 2016 è la volta del Ser.T. di Sampierdarena e della Valpolcevera a vedersi dichiarati inagibili la sede di Via Sampierdarena ed il centro di somministrazione, spostati entrambi temporaneamente presso l’Ospedale Celesia di Rivarolo .

Da allora è stata vana l’attesa del reperimento di nuovi locali idonei ad ospitarli, ma va rimarcato come ASL, Comune e Regione sapessero da anni della fatiscenza della palazzina di Via Sampierdarena e si siano a lungo guardati dal cercare o suggerire sistemazioni alternative .

Oggi a partire dalle 14 sono annunciati un presidio e una conferenza stampa in Via Bertani davanti alla sede dell’ASL 3 Genovese, mentre il 15-11 si terranno lo sciopero e una manifestazione di fronte al Consiglio Regionale .

genovatoday.it/cronaca/sciopero-lavoratori-sert.html

fuoriluogo.it/blog/2016/11/08/genova-crollo-dei-servizi-nel-silenzio-delle-istituzioni

articolo del Secolo XIX del 7-11-2016

sciopero-ser-t-sec-lu-7-11-16-pg15sciopero-sert-sec-1-11-16

 

 

“Legalizziamo !” – Anche il Sindaco di Genova Marco Doria firma la proposta di legge per la legalizzazione della cannabis

firma-marco-doria-consiglio-25-10-2016

Negli ultimi giorni di raccolta firme a Genova anche il Sindaco Marco Doria aderisce alla campagna “Legalizziamo !” e sottoscrive nella sala rossa la proposta di legge per la legalizzazione della cannabis promossa da Associazione Luca Coscioni e Radicali Italiani che a Genova e in Liguria ha avuto le adesioni e il sostegno di Rete a Sinistra, Possibile, Giovani Democratici e dell’IDV oltre a quello della rete dei grow-shop che ha messo a disposizione i propri punti vendita per la raccolta delle firme e il cui elenco completo è leggibile sul sito http://www.legalizziamo.it .

Genova si era già schierata, con il voto favorevole del suo primo cittadino, per la legalizzazione nel marzo 2015 grazie ad una mozione proposta da Marianna Pederzolli in Consiglio Comunale .  Con la firma del Sindaco si conferma quindi l’impegno della città per la legalizzazione, a favore dell’antiproibizionismo e contro il narcotraffico .

La firma di Marco Doria segue quelle di altri sindaci e amministratori locali come Chiara Appendino e Sergio Chiamparino in Piemonte, Federico Pizzarotti a Parma, Luigi De Magistris a Napoli, Leoluca Orlando a Palermo e Fabio Fucci a Pomezia .

 

Marianna Pederzolli  – consigliere comunale di Rete a Sinistra

Marta Palazzi – segretaria Associazione Radicali Genova

 

genovatoday.it/politica/legalizzazione-cannabis-firma-doria.html

 

 

 

 

“Legalizziamo ! Last days” tavoli a Genova, Savona, Sanremo e La Spezia dal 21 al 23-10

 

 

pannella 1997.jpglegalizziamo-last-days

erbe-21-10-6idv-1-15-10-16

marassi-26-10-2

Segnaliamo gli ultimi appuntamenti a Genova, La Spezia, Ventimiglia, Savona e Sanremo della campagna sulla proposta di legge per la legalizzazione della cannabis ormai vicina al traguardo delle 50.000 firme e al deposito in parlamento .

In questo fine settimana sarà possibile firmare :

a GENOVA:

  • venerdì 21-10  in VIA CANEVARI (Borgo Incrociati) (ingresso metropolitana) dalle 16,30 alle 19,30
  • venerdì  21-10  presso il Circolo MERLINO in Via Galliano 13 (Sestri Ponente) dalle 17,30 alle 19  (organizzato da Possibile)
  • venerdì  21-10   in PIAZZA DELLE ERBE    dalle 21 alle 24
  • sabato  22-10  in VIA XX SETTEMBRE (altezza ex-cinema Orfeo) dalle 16 alle 19,30

a VENTIMIGLIA:

  • sabato 22-10  in  VIALE REPUBBLICA   dalle 10 alle 12,30

a SANREMO:

  • sabato 22-10 in PIAZZA COLOMBO (nei pressi delle fontane)  dalle 15 alle 17,30

a LA SPEZIA:

  • venerdì  21-10 in VIA XX SETTEMBRE (davanti a IPSIA Domenico Chiodo dalle 11,30 alle 13,30
  • venerdì 21-10 in VIA BRAGARINA (davanti a Istituto Tecnico Fossati Da Passano) dalle 11,30 alle 13,30
  • venerdì 21-10 in VIA XV GIUGNO (davanti a Liceo Scientifico Pacinotti) dalle 11,30 alle 13,30
  • venerdì 22-10  presso il Grow Shop ARTI FLORA in Piazza Kennedy 22 dalle 15 alle 19
  • sabato 22-10  in PIAZZA VERDI (davanti al Liceo Classico Costa) dalle 11,30 alle 13,30
  • sabato 22-10 in VIA ALDO FERRARI 37 (davanti al Liceo Mazzini) dalle 11,30 alle 13,30
  • sabato 22-10 in VIA CARDUCCI 120 (davanti all’ISS Cardarelli) dalle 11,30 alle 13,30
  • sabato 22-10 in PIAZZA BEVERINI   dalle 10 alle 18
  •     (organizzati dai Giovani Democratici di La Spezia e da Arti Flora)

a SAVONA:

  • domenica 23-10  Portici VIA PALEOCAPA (angolo Corso Italia) dalle 15,30 alle 19 (organizzato da Rete a Sinistra)

A GENOVA sarà ancora possibile firmare in COMUNE presso la SEGRETERIA GENERALE (Palazzo Tursi) e l’UFFICIO ELETTORALE (Corso Torino) fino a venerdì 28-10 .

Ringraziamo molto Gianpaolo Malatesta e Possibile che nelle ultime settimane hanno fornito sostegno e apporto di loro militanti ai tavoli genovesi, Marianna Pederzolli, Paola Ottonello, David Burlando, Maurizio Avvenente e l’IDV, Marco Ravera, Franco Zunino, Antonio Staita, Gian Piero Buscaglia, Fabrizio Repetto, Marina Liberatori, Davide Favarato, Eugenio Moscatelli e i Giovani Democratici che hanno permesso l’uscita di queste postazioni e ci hanno aiutato con generosità .

 

per contatti:  Stefano Petrella  010212258  stefan_petr@libero.it     Marta Palazzi 3477608578  martapalazzi@gmail.com   Gian Piero Buscaglia  3297216116  postagraf@gmail.com